Welcome

martedì 17 luglio 2012

Kiko, matite di nome... ma non troppo di fatto


Le vedi e le vorresti tutte. Bel packaging, tappo cromato, colori stupendi, una varietà sorprendente. E un prezzo che ti lascia a bocca aperta, soprattutto quando arriva la stagione dei saldi. Ma è uno di quei comunissimi casi in cui torni a casa e pensi che, forse, avresti fatto meglio a prendere qualcos'altro. Sto parlando delle inflazionatissime matite di Kiko: non quelle della nuova collezione, che fanno bene il loro lavoro. Ma delle semplicissime eye pencil, che fanno parte della collezione permanente. Ai saldi praticamente le regalano, e arrivano a costare anche meno di due euro. Perché ce l'ho con loro oggi? Ve lo spiego subito. Perché uno entra in negozio trotterellando, le vede, e gli si spalanca un sorriso a centotrentatré denti. Le provi e le swatchi sul dorso della mano e t'illudi ancor di più. Perché lì scrivono e i colori ti paion pure belli, vivaci e pigmentatissimi. 


Mica uno può immaginare che invece saranno in lotta perenne con l'occhio. Già, perché io proprio non riesco a farli andare d'accordo. Ma procediamo con ordine. Innanzitutto, io ne posseggo quattro: tre delle quali acquistate in occasione degli scorsi sconti invernali, l'altra appena due settimane fa. Ho la 102, di un bel rosa/lilla, la 103, sul violetto, la 104, celestina, e la 107, di un verdino vagamente acido. Splendidi colori, dicevo, tutti con un gradevolissimo finish perlato. Il cui effetto sarebbe bellissimo, se solo se ne stessero lì dove dovrebbero stare senza creare troppi problemi. Invece l'inghippo sta proprio qui. Solo due, tra le quattro, scrivacchiano sulla palpebra mobile: quella verde e quella rosa. Che poi scrivere è un parolone, perché in ogni caso bisogna passare e ripassare prima di vedere qualcosa.  La mina è morbida, ma non scivolano bene sulla palpebra. 


Nonostante il sito indichi queste matite occhi come perfette da sfumare, mi ritrovo a dover smentire quest'affermazione: io a sfumarle difficilmente ci riesco. Perché più che altro, se avvicino un pennellino morbido e adatto allo scopo, tendono ad andarsene completamente via. Nulla da fare, dunque. E poi, ma questa è sicuramente colpa mia e del mio solito occhio lacrimoso, non durano. Molte volte, anzi, sono proprio loro a farmi lacrimare e a stravolgermi il look. Come se non le tollerassi. Un mezzo disastro, insomma.Per non parlare di quella azzurra e di quella violetta. Scrivono molto, ma proprio molto, a fatica. E quando si riesce a far risaltare un po' il colore, perdono un po' il loro bel finish shimmer. Il tratto è "smorto", all'apparenza polveroso e molto opaco. A quel punto, se proprio devo ottenere un effetto di questo tipo, preferisco un ombretto matt. Questo è dunque quel che penso delle matite occhi di Kiko. E mi dispiace, perché se le perfezionassero i colori andrebbero veramente a ruba, tanto son belli. Anche a voi danno lo stesso problema? O sono io ad essere difettosa?

20 commenti:

  1. sarà che io Kiko lo schifo proprio tranne che per gli smalti (che sono mediocri), ma una volta ho comprato una di queste matite, puzzava da matita per la scuola, quelle di graffite intendo. E non scriveva nulla, ma proprio niente di niente.

    concordo con te insomma :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Kiko mi fa incazzare assai. Alcuni prodotti li trovo ottimi, altri pessimi. Dovrebbero concentrarsi e porre rimedio a tutti i difetti che riscontriamo noi clienti, invece di continuare a sfornare novità.

      Elimina
  2. Tra le matite Kiko queste sono quelle di qualità inferiore. Prova con le Glamorous, sono fantastiche!

    RispondiElimina
  3. D'accordo per le Glamorous, scrivono e si sfumano bene! Le altre sono moscette, in effetti...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Queste è un'offesa chiamarle matite, in effetti

      Elimina
  4. Queste non le avevo ancora provate.. per fortuna!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Risparmiati un euro e novanta, aggiungici il resto e comprati una matita che sia degna di questo nome! Magari quelle della nuova collezione Active Colours

      Elimina
    2. Le prime che sto usando (non nere) sono essence...ti dirò per me sono ok..ma sono morbide e hanno quell'effetto un po' metallico

      Elimina
  5. Le peggiori in assoluto e non so perché non le tolgano dal catalogo... non vanno assolutamente all'interno dell'occhio, sono da esterno e sopra gli ombretti non si dovrebbero stendere perché non durano e non scrivono. Sono colori tenui adatti a giovanissime o cmq per look basic e minimal.
    Sono buone invece le sorelline per labbra di questa linea, niente male davvero.
    Precaria, se ti salta in mente qualche altro azzardo kiko chiedimi pure via mp: da loro ex vice responsabile/addetta vendite seria, ti dirò cosa ti conviene e cosa no :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sei la donna che cercavo! Anzi, ti pongo subito un quesito veloce veloce: come reputi i prodotti per il viso? Intendo primer, fondotinta, ecc ecc. Che poi ti spiattello la mia opinione!

      Elimina
    2. La mia opinione personale è frutto di un anno intero di prove prodotto per ore e ore (praticamente ci vivevo in negozio per questioni di lavoro) e di riscontri da parte di clienti.
      Se hai dei soldi da spendere i fondi e i primer viso comprali di un'altra marca.
      INCI a parte, pessimi, avendoli usati tutti (ad eccezione del base da 5,90 € Medium Foundation) devo dire che una grande durata non ce l'hanno e cosa che odiavo, macchiano come poco altro al mondo.
      I compatti in polvere non erano male ma solo i nuovi della soft focus.
      Perché no:
      Io ho pelle mista, la maggior parte dei fondi recita "non comedogenico" ma purtroppo non posso dire che sia vero. Ho notato un aumento dell'otturazione pori soprattutto con l'impiego di quello in polvere minerale al 90% che, inoltre, mi seccava la pelle in modo atroce (problema riscontrato anche da altre clienti).
      In quel periodo usavo anche la crema per pelli miste "Mat Fluid" che peggiorò le cose... idratante un corno.
      In tutti i fondi che ho indossato ad eccezione della linea Anti-Age e Full Protection ho riscontrato i seguenti difetti:
      1) Si insinuano nelle rughette.
      2) Lucidano troppo in fretta (io potevo passare più volte al giorno la invisible powder, ma chi è fuori casa?)
      3) Al contrario ti opacizzano simil creta (All Day Mat).
      4) Non resistono al sudore (neppure i waterproof estivi)
      5) Sono pesanti e, come già detto, sporcano da matti.
      La linea 3D che nasce per le pelli mature, illumina troppo il viso.
      Il meno peggio? Skin Evolution.
      Salvi tutti i correttori che reputo molto buoni e il primer occhi che ha il pregio di neutralizzare il colore della palpebra e se dosato bene, svolge come deve il suo lavoro.
      I mascara mi piacciono molto e le matite per occhi Vibrant sono le migliori in Kiko (attenzione però a tutte le matite/ombretti viola: moltissimi casi di irritazione lieve per quanto riguarda quel pigmento).
      Nel complesso, sempre se escludiamo la questione INCI per la maggior parte dei prodotti, Kiko è una soluzione low cost che per certi versi può anche andare bene (le nuove matite per esempio hanno una scrivenza e durata eccellente e ho dedicato un post alla collezione).
      Gli smalti non me li sono mai spiegati... fanno realmente pietà, non durano nemmeno con ventordici passate di top coat ma tant'è in parete c'è sempre la folla... riuscii a battere uno scontrino unico da 95 euro con 38 smalti nel periodo a 2,50 due estati fa, quando erano usciti i nuovi 40 colori.
      Io trovo buonissimi i PUPA e i DEBORAH.
      Ci sono cose sì e cose no in Kiko, come in quasi tutti i brands low cost, ma come dicevi prima, potrebbero fare di più se si concentrassero sulle critiche costruttive piuttosto che sugli incassi derivati da queste novità... chissà che la Active Colours non sia il loro primo tentativo (gloss a parte)?

      Elimina
  6. A me di Kiko invece le cose che fanno più pena son proprio gli smalti!!! sarà il mio tipo di unghia che li rigetta, ma non mi durano mezza giornata! mi trovo molto meglio con quelli di Essence!!! Per quanto riguarda queste matite io ho quella color oro...almeno a te la mina è morbida, a me invece è anche dura (oltre che non scrivere bene e non sfumarsi!!)...sarà che come sempre becco le cose pacche non lo so!!!!
    Quelle della nuova limited invece sono proprio WOW!!!!!!
    Nulla da dire davvero!!!
    ps. l'ho pubblicato il post sul premio che ti dicevo nel commento di questa mattina :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io invece con gli smalti mi trovo benissimo, vedi qualche post più in giù... Ps: graaaaazie ora vado a vedere <3

      Elimina
  7. Allora ho fatto bene a non prenderle ieri! :D ps. bello il pc rosa... ma ti piace il rosa per caso? xD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma no! Sarà un'impressione! Cosa te lo fa pensare? uahaahauhaauah!

      Elimina
  8. Le ho comprate qualche settimana fa..non so se hai visto il post che ho fatto..
    le ho prese xkè come dicevi anche tu sono stata attratta dal prezzo, dai colori e dalla scrivenza..
    torno a casa soddisfatta dei miei acquisti e leggo di molte ragazze ke non si sono trovate bene con queste matite..e leggendo anche la tua opinione sono rimasta un po così a dire il vero..
    io le sto usando ed anche se è un pochino presto per dare un'opinione definitiva, devo dire che per ora non mi ci trovo affatto male, anzi! sono morbide e scrivono..
    devo anche aggiungere però che queste sono le prime matite della kiko che utilizzo quindi non so bene confrontarle con le altre disponibili visto che non le ho mai provate..

    RispondiElimina
  9. Io di Essence uso le long lasting, e mi piacciono tantissimo! Sarebbero quelle automatiche

    RispondiElimina
  10. Hai praticamente dato voce ai miei pensieri...

    RispondiElimina